Home Cronaca Brindisi, cade l’accusa di tentato omicidio, l’indagato ai domiciliari per lesioni gravi

Brindisi, cade l’accusa di tentato omicidio, l’indagato ai domiciliari per lesioni gravi

da Cosimo Saracino
0 commento 222 visite

Il 20enne brindisino accusato di aggressione a M.P. è stato trasferito dal carcere agli arresti domiciliari. Durante l’udienza di convalida dell’arresto, il gip Vittorio Testi ha riqualificato il reato da tentato omicidio a lesioni personali aggravate. Il giovane sostiene di aver colpito Marco P. dopo essere stato provocato e spinto con violenza. Il giudice ha sottolineato che non emergono elementi per ritenere il fatto come tentato omicidio e ha emesso un’ordinanza per gli arresti domiciliari. La ricostruzione del caso indica un dolo eventuale nella condotta successiva, ma non compatibile con il tentativo di omicidio.

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Privacy Policy Cookie Policy

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND