Home Politica Dimastrodonato: le inefficenze del Sindaco Molfetta

Dimastrodonato: le inefficenze del Sindaco Molfetta

da Ivano Rolli
0 commento 179 visite

distante600X150

Solo qualche giorno fa, Articolo pubblicato sulla stampa riportava la notizia di nuova proroga del servizio raccolta rifiuti in attesa della Gara Ponte.

Non voglio entrare nel merito se legittima o illegittima, spero che hanno rispettato tutte le direttive stabilite dall’ANTICORRUZIONE, o altrimenti chi deve controllare, controlli.

Allora perché incalzare l’Amministrazione?.

Perché io credo che non hanno prorogato un servizio, ma hanno continuato per la settima volta a prorogare un disservizio, partendo dalla gestione della piattaforma ecologica di Via Murri, al servizio raccolta rifiuti su tutto il territorio.

Ieri sono andato alla piattaforma ecologica di Via Murri ad ispezionare la situazione in seguito a lamentele di alcuni cittadini, mi sono trovato davanti una situazione igienica e caotica  allucinante, spero che la stampa pubblichi alcune delle foto che ho scattato.

Mi chiedo chi deve controllare tale situazione che cosa fa, o non vede o nemmeno passa dal sito a verificare quello che succede e l’assessore di riferimento dove sta.

Sindaco,  ribadisci agli attacchi  che  i problemi della città li conosci, e allora perché   non intervieni?.

Io mi sono vergognato per il modo in cui gli operatori ecologici lavorano all’interno di quella piattaforma, e ciò nonostante sento l’obbligo di continuare ad incalzare questa Amministrazione Comunale sulla sua inefficienza e il modo di operare incongruente, nella speranza che la stessa possa portare  rispetto  a tutta la cittadinanza.

Altro capitolo annoso la pulizia del verde e dei rifiuti delle aiuole sparse in tutta la città.

I cittadini si lamentano, fanno comunicazioni all’URP, con la pazienza e la speranza  attendono che qualcuno  arrivi  a fare le dovute pulizie, ma purtroppo quel qualcuno non arriva mai  o arriva in grande ritardo.

Sempre ieri caro Sindaco i cittadini abitanti nel circondario di  Via Lombardia, Via Emilia, piazza Unità d’Italia, lamentavano che nonostante le varie comunicazioni all’URP, nessuno operatore sia del verde che dei rifiuti  passa  a pulire le aiuole site in quelle Vie, anche qui dalle foto sono visive oltre alle erbacce, cumuli di spazzatura.

Si lamentavano perché adesso con le scuole chiuse quelle aiuole potevano diventare attrazione per giochi dei bambini, soprattutto il verde di Via Emilia che dispone di struttura anfiteatro all’aperto, tra l’altro piazza intitolata  ad un bambino pakistano vittima della mafia dei tappeti.

Pertanto  non ve ne uscite con la scusante per la mancanza  di risorse finanziarie perché tutti e due i servizi sono esternalizzati  e pagati in base a piano dei costi effettivi.

Sindaco perché non si rende fruibile  la nuova Piattaforma di Via Marangio e perché non si fa la gara pubblica per il centro di raccolta di Via Sandonaci ?. Sono argomenti che ho sollecitato anche in consiglio comunale ma ad oggi non si hanno risposte.

Per questi argomenti faremo a breve interrogazioni scritte da discutere in Consiglio Comunale.

Carmine Dimastrodonato – Consigliere Comunale

cbo

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Privacy Policy Cookie Policy

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND