Home Attualità I CAMBIAMENTI CLIMATICI SU SCALA GLOBALE CON FOCUS NEL MEDITERRANEO

I CAMBIAMENTI CLIMATICI SU SCALA GLOBALE CON FOCUS NEL MEDITERRANEO

da Cosimo Saracino
0 commento 137 visite

rosegue alla “Di Vittorio”  la rassegna culturale LE SFIDE DEL MONDO ATTUALE con un nuovo  incontro che si terrà Venerdì 15 dicembre alle ore 18 a Mesagne in Via Castello, 20. Si parlerà dei CAMBIAMENTI CLIMATICI SU SCALA GLOBALE CON FOCUS SUL MEDITERRANEO con il prof. Piero Lionello, professore ordinario di Fisica dell’Atmosfera e Oceanografia  presso l’Università del Salento. Introdurrà e coordinerà l’incontro l’ing. Marcello Calcagni, socio dell’Associazione di Vittorio.

Sono innumerevoli  le evidenze scientifiche che confermano, su scala globale, come  i cambiamenti climatici stanno incidendo concretamente sulla vita di tutti i giorni. Occorre che tutti i “decisori  pubblici” (governi, imprese, organizzazioni sociali) prendano,  per tempo, coscienza delle conseguenze di tali cambiamenti per adottare urgenti e drastiche misure. Nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo la preoccupazione per i cambiamenti climatici “sale” di pari passo al livello del mare, cresciuto nel ventesimo secolo di circa 14 centimetri.

Il prof. Piero Lionello (presidente del network MedClivar – Mediterranean climate variability), insieme ad altri scienziati dell’Università del Salento, ha offerto il proprio contributo all’interno di una ricerca realizzata da quasi 200 ricercatori provenienti da 25 Paesi.

Secondo questo rapporto internazionale sul cambiamento climatico e ambientale nel bacino del Mediterraneo, area salentina compresa, l’impatto interesserà un terzo della popolazione della regione.  Anche l’area del Mediterraneo dovrà fare i conti con nuovi fenomeni quali: il cambiamento climatico, l’aumento della popolazione, l’inquinamento, l’utilizzo insostenibili del suolo e del mare, e l’introduzione di specie non indigene.

In una recente intervista il prof. Piero Lionello ha dichiarato: “Occorre che i cittadini e i politici che loro eleggono abbiano consapevolezza che i rischi sono molto concreti e richiedono grandi capacità per evitarne le conseguenze più negative, basandosi sulle evidenze scientifiche disponibili e sostenendo la ricerca. Ci si deve attendere l’esposizione a rischi che, se non gestiti opportunamente, possono avere caratteristiche ambientali ed economiche gravi e portare alla perdita delle bellezze dei mari, delle coste e del paesaggio salentino  e compromettere i settori produttivi dell’economia pugliese”.

L’incontro sarà una occasione imperdibile di conoscenza e approfondimento da parte dei cittadini, degli operatori agricoli, degli imprenditori e delle organizzazioni sociali.  E’ un’iniziativa dell’associazione Amici della Di Vittorio – Mesagne e della Biblioteca Portulano.

Curriculum vitae

Piero Lionello è professore ordinario di Fisica dell’Atmosfera e Oceanografia presso l’Università del Salento, presidente del network MedCLIVAR (Mediterranean CLImate Variability), direttore del Master in Meteorologia e Oceanografia Fisica dell’Università del Salento, direttore del Museo dell’ambiente dell’Unibversità del Salento (MAUS), editore di Natural Hazards and Earth System Science. In precedenza ha lavorato presso ISDGM(I), MIT(USA), MPI für Meteorologie(D), ECMWF(UK), KNMI(NL).

Durante la sua carriera si è occupato di: evoluzione e impatti dei cambiamenti climatici nella regione mediterranea, eventi estremi, climatologia sinottica, modellistica numerica, tecniche di previsione e assimilazione dati, interazione aria-mare, e recentemente, dinamica del clima a scala globale.

Ha contribuito a progetti internazionali e italiani. Attualmente è membro del gruppo direttivo di MEDECC (Esperti sul cambiamento climatico e ambientale nel Mediterraneo). In precedenza ha contribuito a iniziative internazionali come WAM, IMILAST e COWCLIP.

La sua attività comprende l’organizzazione di incontri internazionali e di scuole. Ha svolto un’intensa attività editoriale, che ha portato alla pubblicazione di tre libri e numerosi “special issue”.

È autore di più di 100 pubblicazioni elencate nei database bibliografici SCOPUS e Web of Science ed è elencato dall’Università di Stanford fra i world top 2% scientist.  Nel 2020 come membro dello steering group del progetto MedECC ha ricevuto il premio Nord-Sud  dal Consiglio d’Europa.

 

Marcello Calcagni, socio dell’Associazione di Vittorio,  Laureato in Ingegneria Elettrotecnica c/o Università di Bari, già Responsabile manutenzione altoforni stabilimento di Taranto e Direttore Altoforni stabilimento ILVA di Taranto. Direttore Stabilimento di Salerno della PPG. E’ stato  Amministratore Delegato Duferco Clabecq e Duferco La Louviere. Poi Amministratore Delegato Lucchini Spa e quindi  Amministratore Delegato NLMK Verona.

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Privacy Policy Cookie Policy

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND