Home Politica “Lasciatemi sognare: governare insieme”

“Lasciatemi sognare: governare insieme”

da Cosimo Saracino
0 commento 356 visite

Padre Carmelo Vitrugno, dopo aver letto le riflessioni dell’ex sindaco Pompeo Molfetta, ha scritto questo pensiero autorizzandoci alla pubblicazione. LASCIATEMI SOGNARE: GOVERNARE INSIEME

Oggi abbiamo un sindaco che appartiene a tutti. Non è più un sindaco di colore…di parte! Caspita, è una cosa meravigliosa. Abbiamo un Sindaco di tutti e…tutti abbiamo diritto-dovere di esprimere in pienezza il nostro APPARTENERE E PARTECIPARE. Nessuno può, nessuno deve sentirsi escluso dal contribuire, ognuno a modo suo e con le ricchezze che si ritrova, al governo della Città.

Non è bello tutto questo? Per noi anziani questo è un rospo difficile da digerire e nel modo di pensare, di giudicare e di agire ritornano antichi rigurgiti di PARTITISMO ACUTO. PER I RAGAZZI, PER I GIOVANI si apre un nuovo mondo dove si può respirare aria pulita, aria nuova, aria di FUTURO PIU’ SOSTENIBILE.

Certo non è facile vivere responsabilmente questo cambiamento epocale… non è facile per nessuno a partire dal rieletto primo cittadino. Ma è un cammino che si fa insieme… insieme, ognuno con i doni che si ritrova e i ruoli che ricopre, nel rispetto e nella valorizzazione delle diversità (come suggeriva il Venerabile don Tonino Bello) riscoprire i valori del passato, insieme leggere la storia odierna, insieme sognare e preparare un futuro “onnisostenibile”! Ma non è meraviglioso tutto questo?

Occorre certo purificare occhi, mente, cuore da pregiudizi, invidie, gelosie, recriminazioni, rimpianti, vendette … e questo è un lavoro lento, difficile…lavorare su se stessi è molto più difficile, complicato, lento, faticoso… è più facile lavorare sugli altri o sulle istituzioni che poco capiamo o poco ci garbano. Anche di questo occorre tener conto. INSIEME, INSIEME, INSIEME E’ TUTTO POSSIBILE, INSIEME E’ MEGLIO. Il Sinodo che sta vivendo la Chiesa cattolica universale e quindi anche quello diocesano e Mesagnese ci può essere di aiuto nelle modalità di lavoro in ” cantiere” per questo riscoprire e valorizzare i veri valori del passato, leggere i bisogni del presente e costruire un nuovo futuro. Ascoltare l’OLTRE, ascoltarsi, ascoltare gli altri, anche le voci scomode, ascoltare e svegliare i sonnolenti, i distratti, gli sfiduciati, i disperati, ascoltare le differenti spiritualità sul territorio e nel mondo…imparare il dialogo, il confronto, la valorizzazione di tutte le energie, fare discernimento INSIEME e INSIEME agire, cambiare, rinnovare, servire i piccoli, i poveri, i sofferenti, gli ultimi …tutto e sempre per il bene comune. E’ tutto un sogno? E lasciatemi sognare. E’ una utopia? NO E’ UNA EUTOPIA! Spero solo che questo mio intervento serva a farci riflettere, a farci aprire gli occhi… a sentirci TUTTI ATTORI in questo nuovo quinquennio con la guida di questo nostro concittadino che abbiamo chiamato a supportarci e a sopportarci tutti con l’impegno di esserci amico, fratello, padre e madre…nostro compagno di viaggio in questa meravigliosa avventura si servizio al bene comune. Grazie. Dio vi benedica.
Carmelo, fratello e padre

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND