Home dal Comune Le opere di Millo pagate con i soldi dei cittadini. Successo per il crowfunding

Le opere di Millo pagate con i soldi dei cittadini. Successo per il crowfunding

da Cosimo Saracino
0 commento 245 visite

forum eventi

20160607_191356Dal Comune: Si è conclusa molto positivamente la raccolta fondi (crowfunding) per la realizzazione dell’opera di Street Art di Millo, realizzata in via Galileo Galilei sulle facciate delle case ex ERP. Sono stati raccolti oltre 12mila euro. Per favorire la più ampia trasparenza, presso l’Ufficio Ragioneria è disponibile a chiunque ne faccia richiesta il dettaglio delle donazioni relative al progetto «Bellezza 2.0 – opera di Street Art Millo».

L’opera è costata circa € 19.000, di cui € 12.000 (incluso IVA) per il compenso all’artista e € 7.000 (incluso iva) per una serie di lavori in economia per preparare le facciate delle abitazioni, acquistare i colori, i pennelli e noleggiare il cestello.

In particolare dalle sponsorizzazioni sono stati raccolti € 12.830 che hanno consentito il pagamento completo della prestazione dell’artista mentre al Comune è rimasta la residuale parte. Numerose le ditte locali, gli imprenditori, le attività commerciali, le associazioni, le persone fisiche residenti a Mesagne e fuori, tra cui molti mesagnesi all’estero.

Ogni facciata avrà una palina di riferimento che riporterà i nomi dei mecenati che hanno dato un loro obolo. A tutti loro – ed ai proprietari degli edifici – un ringraziamento speciale dall’Amministrazione.

«Siamo soddisfatti di questo primo esperimento di partenariato pubblico privato – ha fatto sapere l’assessore Palma Librato – che dimostra come la gente, le imprese, le associazioni abbiano voglia di lasciare tracce tangibili sul territorio della loro presenza con una nuova forma di sponsorizzazione che non sia più legata ai singoli eventi ma alle opere d’arte o di architettura. Questo indica un cambio di rotta significativo nell’approccio all’opera pubblica che grava in parte sulle tasche dei cittadini ma soprattutto diventa espressione di un mecenatismo nuovo che continuerà a far parlare di se per molto tempo. Ad oggi questa esperienza di arte contemporanea condotta con questo metodo è la prima esperienza in Puglia».

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND