Home Politica Matarrelli, base ONU di Brindisi: si qualifica la sua funzione di peace building e umanitaria

Matarrelli, base ONU di Brindisi: si qualifica la sua funzione di peace building e umanitaria

da Ivano Rolli
Pubblicato Ultimo aggiornamento: 0 commento 202 visite

matarrelli550

È stato approvato nella giornata di oggi dalla Camera dei Deputati un ordine del giorno, di cui è primo firmatario l’Onorevole Toni Matarrelli, in cui il Governo si impegna ad emanare provvedimenti finalizzati a dare spiegazioni più efficaci (e quindi garanzie) sulla natura dei materiali stoccati nella base Onu di Brindisi. “È evidente come – dichiara il parlamentare brindisino – attraverso l’accoglimento di questo documento, il nostro territorio si qualifichi maggiormente in direzione di una evoluzione delle operazioni internazionali. Obiettivo importante in una contingenza storica difficile e drammatica”. L’ONU, come le altre organizzazioni regionali che operano nel settore della sicurezza si è progressivamente adattata a nuove situazioni di conflitto e post-conflitto, sviluppando capacità nel campo del peace-building e institution-building di cui non disponeva nelle tradizionali operazioni di interposizione del secondo dopoguerra. Per quanto riguarda il nostro territorio, la base logistica delle Nazioni Unite di Brindisi acquista, pertanto, un ruolo centrale e diventa un centro di servizi globale, svolgendo un ruolo chiave sia come centro di comunicazioni satellitari delle Nazioni Unite, che di addestramento professionale e di supporto tecnico ai mezzi impegnati nei collegamenti con le missioni di pace. Per questo motivo l’ordine del giorno approvato dalla Camera ha voluto impegnare il Governo a “valutare gli effetti applicativi dei vari accordi internazionali al fine di considerare l’opportunità  di emanare eventuali, ulteriori,  provvedimenti volti a fornire maggiori delucidazioni , rispetto al Protocollo di emendamento del Memorandum d’intesa fra Governo della Repubblica italiana e le Nazioni Unite, relative al  tipo di materiali che verranno convogliati nelle installazioni esistenti nella base operativa di Brindisi che dedicherà la  maggior parte della propria attività, e delle proprie strutture, ad attività di preparazione e organizzazione di operazioni, da realizzarsi sotto l’egida dell’ONU, finalizzate sia al mantenimento della pace  che a missioni umanitarie”. 

 



Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND