Home Primo Piano MENS SANA MESAGNE – BRINDISI ACADEMY = 81-89

MENS SANA MESAGNE – BRINDISI ACADEMY = 81-89

da Cosimo Saracino
0 commento 215 visite

Mens Sana Mesagne: Potì 11, Rollo 18, Ciccarese 6, Rizzo 3, Zofra, Campana, De Vincentis 5, Scalera, Panico 4, Colucci 15, Piliego 19. Allenatore: Fabio Mellone.
Brindisi Academy: Picardi 10, Carlucci 3, Malaventura 18, Marchello 4, Greco 2, Mazzone 2, Flores 18, Valente, Arnaldo, Quitadamo 9, Mbacke, Schifeo 22. Allenatore. S Arrighi.
Parziali: 26-22 20-19 22-23 13-25
Arbitri: De Carlo e Antonaci

Niente da fare per la Mens Sana Mesagne che, sul neutro di Lecce per il perdurare della indisponibilità delle strutture locali, cede anche nella seconda giornata del campionato. Vince l’Academy Brindisi che pur rincorrendo per quasi tutto l’incontro, ha saputo gestire con maggiore lucidità le fasi finali della partita. La Mens Sana deve fare a meno ancora di coach Capodieci e di Malvindi, schierando Potì, Ciccarese, Colucci, Brizio e Panico, mentre il Brindisi manda in campo Malaventura, Mazzone, Flores, Quitadamo e Schifeo. I biancoverdi cercano di prendere in mano l’incontro, Rollo e Colucci provano il primo allungo, ma il Brindisi è pronto a rispondere con Quitadamo e Schifeo che replica alle triple di Potì, assaporando il primo vantaggio (16-17). Piliego e ancora Rollo scrivono a referto un 10-2 (26-19), ma la tripla di Carlucci chiude il primo quarto sul 26-22. Nel secondo periodo il Mesagne continua a controllare l’incontro, soffre a rimbalzo dove spesso concede secondi tiri agli avversari, ma in attacco Piliego e Rollo sono imprendibili per l’Academy. Un parziale di 14-4 (40-26) dopo 6’ di gioco è il massimo vantaggio dei mensanini e lascia l’incontro nel pieno controllo dei biancoverdi. A questo punto Potì e compagni tirano i remi in barca pensando di avere concluso il compitino della giornata. La difesa cede di schianto e in attacco le conclusioni diventano affrettate ed imprecise. Un parziale di 0-14 (40-40) sul finire del tempo, firmato da Malaventura e Schifeo, riapre completamente la partita. Dopo quattro minuti di astinenza, finalmente la Mens Sana ritrova il canestro e con due triple di Piliego e De Vincentis si ritorna negli spogliatoi sul 46-41. Al rientro in campo la partita va avanti in sostanziale equilibrio, il Mesagne sempre a condurre e il Brindisi ad inseguire. Le triple di Colucci fanno pensare ad un altro allungo (58-51), ma i soliti Malaventura e Schifeo ricuciono immediatamente lo strappo. Il terzo quarto termina con i padroni di casa in vantaggio 68-64. Nell’ultimo quarto la Mens Sana continua a controllare l’incontro anche se con piccoli scarti, ma dopo 5’ il Brindisi rimette il naso avanti con il canestro di Schifeo (74-75). Sette punti consecutivi di Piliego, l’unico mensanino a trovare la via del canestro nella fase finale, rimettono i biancoverdi in avanti (81-77) con 2’24” da giocare, poi per il Mesagne è notte fonda. In campo rimane solo il Brindisi che in meno di due minuti piazza un parziale di 0-10 e chiude l’incontro con una vittoria tutto sommato meritata. La Mens Sana paga la scarsa lucidità nei minuti finali e una difesa lontanissima da quella che era il marchio di fabbrica dei biancoverdi. Unica attenuante la mancanza di un campo regolamentare dove effettuare gli allenamenti e la difficoltà di non giocare su un campo amico. Il prossimo turno vedrà La Mens Sana Mesagne impegnata in trasferta con la Atletica Putignano.

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND