Home Attualità Mesagne sul tema della legalità non fa una bella figura a ‘Speciale Tg 1’. Tu che ne pensi?

Mesagne sul tema della legalità non fa una bella figura a ‘Speciale Tg 1’. Tu che ne pensi?

da Cosimo Saracino
0 commento 188 visite

speciale_tg_quimesagneMesagne difficilmente si toglierà di dosso l’infamia di essere stata la città natale della Sacra Corona Unita. E ogni volta che questo argomento viene affrontato a livello nazionale lo sguardo rimane circoscritto al passato. Ieri sera è andato in onda sulla principale rete nazionale Speciale Tg 1 dal titolo “Cose Nostre” curato da Maria Grazia Mazzola.

Lo sguardo della giornalista è stato rivolto principalmente ai giovani che in diverse parti d’Italia si trovano coinvolti in fatti di mafia. Negli ultimi 12 minuti dello speciale le telecamere del Tg 1 sono arrivate nella nostra Mesagne.

Le interviste a diversi commercianti del centro storico non hanno rappresentato appieno lo sforzo che la nostra città ha fatto negli anni passati per tirarsi fuori dal baratro in cui era caduta. Probabilmente la giornalista non ha avuto modo di ascoltare anche altre persone che hanno rischiato in prima persona pur di arginare il dilagare del fenomeno malavitoso. Ma l’incipit della professionista ci ha fatto molto pensare. Maria Grazia Mazzola dice: “La Sacra Corona Unita si rigenera con i giovani. I capi sono tutti in carcere”. Come dargli torto? Soprattutto se la sera si gira nel centro storico dove ci sono angoli ‘conquistati’ da ragazzini che si fanno di erba e chissà quale altra droga. Come dargli torto a sentire i racconti di ragazzini che cercano di ‘marcare’ il loro territorio nel nuovo Parco Potì. E soprattutto se si leggono gli ultimi atti giudiziari.

Insomma la nostra città non era e non è un’isola felice. Però c’è da dire che di passi in avanti ne abbiamo fatti tanti. Forse bisognerebbe riprendere quell’attività di sensibilizzazione che fino a qualche anno fa ci ha fatto diventare anche la Capitale dell’Antimafia. Su questo argomento l’associazione Libera è stata un faro importante. Faro che però, lo avevamo già scritto qualche mese fa, sembra essersi un po’ annebbiato ma è acceso e può fare la differenza. La strada per recuperare il senso della legalità è quella tracciata dal Procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri che durante lo Speciale Tg 1 dice: “Bisognerebbe fare educazione all’istruzione, poi cultura e quindi educazione alla legalità”.

Cosimo Saracino

Per rivedere lo speciale CLICCA QUI 

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND