Home Cronaca Morte encefalica per la donna ferita alla testa dal cognato in una lite sulla complanare

Morte encefalica per la donna ferita alla testa dal cognato in una lite sulla complanare

da Cosimo Saracino
0 commento 469 visite

La donna di 47 anni raggiunta alla testa da un proiettile ieri durante una lite sulla complanare della Statale 7 a Mesagne è ora in stato di “morte encefalica”. Lo ha comunicato l’Asl di Brindisi. Il cognato della donna, un 55enne di Brindisi, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. “Il processo di accertamento della morte, che durerà sei ore, è iniziato oggi intorno alle 15. La donna aveva espresso formalmente in vita la volontà di donare i suoi organi, e la famiglia ha confermato il consenso,” hanno riferito dall’Asl.

La donna si trovava in auto con il suo compagno quando è stata colpita da proiettili sparati, secondo le ricostruzioni della polizia, dal sospettato che si trovava in una seconda vettura insieme a un altro parente. La 47enne è stata immediatamente trasportata all’ospedale Perrino di Brindisi ieri pomeriggio e ricoverata nel reparto di rianimazione in condizioni che sono state definite da subito “gravissime”.

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND