Home Cronaca Polizia di Stato, eseguita misura cautelare ai presunti autori di un ingente furto di monili

Polizia di Stato, eseguita misura cautelare ai presunti autori di un ingente furto di monili

da Cosimo Saracino
0 commento 376 visite

Nella tarda serata di ieri, al culmine di intense ed accurate attività d’indagine, il Commissariato di P.S. di Mesagne ha eseguito un’Ordinanza di applicazione di misura cautelare personale emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Ordinario di Brindisi su richiesta della Procura della Repubblica di Brindisi, a carico di due persone, una donna e un uomo residenti in provincia di Salerno, ritenuti responsabili del reato di furto aggravato commesso ai danni di una gioielleria della provincia di Brindisi, nello scorso mese di marzo.

In particolare, l’attività d’indagine, avviata nell’immediatezza dagli investigatori di quel Commissariato di P.S. sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Brindisi, permetteva di ricostruire come con più azioni criminose del medesimo disegna criminoso e con destrezza, gli arrestati erano riusciti a sottrare numerosi monili in oro e pietre preziose per un valore di circa 80 mila euro. Dagli accertamenti è emerso che, in passato, la donna si era già resa responsabile di numerosissimi furti, sempre con lo stesso modus operandi, in altre gioiellerie, come risulta dal casellario in atti.

Le risultanze degli accertamenti venivano rassegnate all’A.G. titolare delle indagini che, facendole proprie, richiedeva ed otteneva dal Giudice per le Indagini Preliminari l’emissione delle misure cautelari coercitive personale de quo, eseguite in provincia di Salerno dagli operatori del Commissariato di P.S. di Mesagne in collaborazione con personale del Commissariato di P.S. di Battipaglia.

A seguito delle perquisizioni eseguite durante l’esecuzione delle misure cautelari, venivano rinvenuti e debitamente sequestrati alcuni monili in oro, denaro in contanti e gli indumenti che la donna indossava durante i furti. Al termine delle formalità di rito, la donna veniva sottoposta al regime di custodia cautelare in carcere presso la Casa Circondariale di Salerno, mentre l’uomo alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.

 

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND