Home Dal Territorio Questa sera Tony Laudadio presenta “L’uomo che non riusciva a morire”

Questa sera Tony Laudadio presenta “L’uomo che non riusciva a morire”

da Cosimo Saracino
0 commento 219 visite

distante600X150

INCONTRO con l'autore Tony LaudadioQuesta sera arriva a Mesagne per Il maggio dei libri”, promosso dalla Biblioteca Comunale “U. Granafei” l’attore TONY LAUDADIO in veste di scrittore con “L’uomo che non riusciva a morire”.
Formatosi alla Bottega di Vittorio Gassman, Tony Laudadio è attore di teatro e di cinema (Risi, Moretti, Sorrentino) ed è autore di testi teatrali e di opere letterarie. Attore tanto versatile quanto efficace (recente la sua
partecipazione alla nuova serie del “Commissario edito da Montalbano”), Tony Laudadio può vantare un ricco percorso teatrale alternato fra repertorio classico e contemporaneo, nonché contraddistinto da varie collaborazioni con Toni Servillo, ed una carriera cinematografica sotto la guida di registi come Nanni Moretti, Paolo Sorrentino, Marco Risi, e anche esperienze in campo musicale. Negli ultimi anni l’artista si è prodotto in un’ intensa attività letteraria, tradottasi in due romanzi per Bompiani (i gialli “Esco” del 2013 e “Come un chiodo nel muro” del 2014, ) e nel terzo, “L’uomo che non riusciva a morire” per Enne Enne Edizioni.
Sarà proprio quest’ultimo lavoro che Laudadio presenterà a Mesagne per “Il maggio dei libri” per il tema della “libroterapia” scelto dalla Biblioteca Comunale per intervenire nella rassegna nazionale promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni Culturali e Turismo.
A differenza dei libri precedenti, “L’uomo che non riusciva a morire” è una storia narrata in prima persona dal protagonista, giovane con un’attiva quotidianità professionale e affettiva in corso, al quale viene improvvisamente
diagnosticato un tumore.
A rendere originale – anzi, sorprendente – il racconto, al di là degli effettivi pregi di una prosa diaristica diretta, colloquiale, che coinvolge il lettore dalla prima all’ultima pagina, è il tono da cui è pervaso il memoriale, che ripercorre l’itinerario del protagonista nel tunnel della malattia con lucidità, talvolta con ironia, innestandovi una serie di intriganti considerazioni “a latere”. Tutto ciò fino a quella che dovrebbe essere l’inevitabile conclusione ma che tale non si rivela, aprendo la porta a un “tempo supplementare” rappresentato da un qualcosa di inatteso e paradossale. Una situazione spiazzante dal punto di vista medico ed emotivo, in grado di spingere ancora più in là la riflessione esistenziale sul destino dell’individuo e sui rapporti con chi lo circonda, sul procedere della vita analizzato attraverso la mente e il sentimento di uno che in vita non dovrebbe esserci più eppure, in qualche modo, c’è ancora. E che si dimostra progressivamente in grado di percepire l’inadeguatezza propria e
altrui di fronte alla beffarda imprevedibilità del caso, ponendosi (e ponendoci) parecchie domande, la cui eco si propaga ben oltre la parola “fine”.
L’appuntamento con Laudadio è alle ore 19.00 presso la Biblioteca Comunale “U.Granafei”. Converserà con l’autore Anna Rita Pinto “Associazione Cabiria” e Cinescript. Posti ad esaurimento.

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND