Home Attualità “Ricaricalabatteria”, ecco il progetto di dehors che vince il concorso di idee

“Ricaricalabatteria”, ecco il progetto di dehors che vince il concorso di idee

da Cosimo Saracino
0 commento 297 visite

progetto-dehorsSi chiama “Ricaricalabatteria” il modello di Dehors giudicato vincitrice dalla commissione che si è riunita questa mattina in seduta pubblica. Il progetto è stato presentato da due professioniste che risiedono a Torino: Grilli Francesca e Rinaldi Roberta. “Il sistema si compone di pochi elementi semplici – scrivono le progettiste nella presentazione -: Scatolati di ferro bronzato tenuti insieme da giunti, la pedana che può essere realizzata con legno riciclato. Il cestino dei rifiuti sempre di legno riciclato, la parete laterale di vetro temperato stratificato”. L’aspetto innovativo della struttura sta nel tetto di materiale semiconduttori organici ovvero polimeri speciali in grado di condurre la carica elettrica e quindi capace di assumere un comportamento conduttivo o semiconduttivo. La copertura è una normale tenda con sopra uno strato in plastica con capacità fotovoltaiche. Il progetto rientra in una proposta di Internet of Thigs, una evoluzione dell’uso della rete: gli oggetti (le “cose”) si rendono riconoscibili e acquisiscono intelligenza grazie al fatto di poter comunicare dati su se stessi e accedere ad informazioni aggregate da parte di altri. La pellicola fotovoltaica, in questo caso, è stampata come un merletto. All’interno del dehors è possibile ricaricare il proprio cellulare. Il progetto aveva come limite di costo i 400 euro a metro quadro.

La Commissione Giudicatrice  era composta dal prof Antonio Riondino del Politecnico di Bari, Ing. Antonio Colucci in rappresentanza dell’Ordine degli ingegneri di Brindisi e l’arch. Maurizio Marinazzo dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Brindisi. Per il concorso di idee hanno partecipato in dieci, ma solo otto sono stati valutati. Il modello vincitore sarà premiato pubblicamente con una mostra dei progetti e, completato il progetto in forma definitiva, esso sarà messo a disposizione di tutte le attività interessate, le quali potranno così attenersi a regole chiare e certe in materia di occupazione stabile di suolo pubblico.

Alla seduta pubblica erano presenti il Sindaco Pompeo Molfetta e il presidente del Consiglio avv. Giuseppe Semeraro. L’assessore ai lavori Pubblici Palma Librato era impegnata a Bari  presso l’assessorato regionale ma ha voluto commentare il risultato ottenuto con questa dichiarazione: “Ringrazio la commissione per il lavoro svolto e l’ingegnere Perrucci e i partecipanti (numerosi  rispetto all’entità bando). Ora proseguiremo nella direzione della qualità del decoro e ponendo la massima attenzione alla qualità architettonica, sviluppando nel dettaglio il progetto vincitore che poi metteremo a disposizione degli operatori economici. Si definiranno anche le aree in cui si potranno realizzare le opere nella direzione di una maggiore pedonalizzazione e di una migliore qualità urbana”.

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND