Home Cronaca Terremoto Centro Italia, ecco le testimonianze di alcuni mesagnesi coinvolti

Terremoto Centro Italia, ecco le testimonianze di alcuni mesagnesi coinvolti

da Cosimo Saracino
0 commento 254 visite

distante600X150

Il terremoto che ha devastato il centro Italia, distruggendo intere città e provocando molte vittime e tanti feriti, sta preoccupando tutti gli italiani. Molti sono i mesagnesi che vivono nelle zone colpite dal sisma. Tanti fortunatamente, durante la notte, hanno già comunicato ai familiari il loro stato di salute. Noi di QuiMesagne abbiamo messo a disposizione la nostra pagina Facebook per ricevere informazioni, mandare messaggi oppure avanzare richieste di qualsiasi genere.

Un gruppo di 12 mesagnesi in gita sui Monti Sibillini è stato costretto a lasciare l’albergo dove soggiornavano per rientrare a Mesagne. Con loro ci sono altre 36 persone del brindisino. “Abbiamo avuto tanta paura – ci racconta per telefono il referente del pullman sig. Noè -. Abbiamo avvertito la prima scossa intorno alle 3.28. E’ andata via la luce, sono scoppiate le tubature dell’hotel e adesso è inagibile. Siamo scesi in strada attraverso le scale di emergenza e fortunatamente stiamo tutti bene”.

Nicola Epifani è tra i dodici che stanno rientrando. Questo è il messaggio che ha inviato ai parenti: “Siamo stati miracolati. L’albergo è inagibile, calcinacci ovunque. Tantissimo spavento ma per fortuna nessun danno a cose e persone. Dalle 3,40 in poi abbiamo passato la nottata fuori al giardino con temperatura bassissima. Ci siamo coperti con le coperte che ci hanno dato. La seconda scossa delle 4,20, pure forte, l’abbiamo subita meno psicologicamente perché eravamo già tutti giù. Esperienza molto brutta. Ora siamo sulla via del ritorno, ci siamo fermati autogrill per lavarsi e colazione. Ringraziamo il Signore per la sua protezione”. 

La gita a Montegallo a pochi kilometri da Norcia, nel centro Italia, era iniziata domenica scorsa e il gruppo di turisti doveva rientrare nel brindisino sabato prossimo. Ma la tragedia del terremoto li ha costretti a decidere di anticipare il rientro. Arriveranno in serata a Mesagne.

Emanuele carluccioEmanuele Carluccio vive a Osimo in provincia di Ancona e ci racconta la sua testimonianza: “Erano le 3.35 quando mi sono svegliato subito avvertendo come un vortice di vento dietro la mia persiana ma subito mi sono reso conto che era il Mostro io lo chiamo cosi. Il letto si muoveva ho chiamato subito mia moglie e presi i miei due bambini ci siamo precipitati all’ingresso dove mi sono accorto che il mio vicinato era in strada. Sono stati momenti brutti specialmente quando ti prende nel sonno e non ti rendi conto bene di quello che sta succedendo…. Ormai qui essendo una Regione sismica (Marche) siamo e conviviamo con questi fenomeni. Poi mentre sembrava tutto tranquillo ci siamo rimessi a letto, ma di nuovo meno forte si è fatto sentire, ma sempre in forma lieve lo sentito fino a una mezz’ora fa. Purtroppo sono cose brutte che in quei istanti è meglio non farsi prendere dal panico…. “

 

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND