Home Politica Vicenda sondaggio, pace fatta tra sindaco e PD: “legittima l’indagine e nessuno spreco”

Vicenda sondaggio, pace fatta tra sindaco e PD: “legittima l’indagine e nessuno spreco”

da Cosimo Saracino
0 commento 304 visite

Chiarimento fatto tra Sindaco e Partito Democratico sulla vicenda del sondaggio sulle necessità dei mesagnesi. Dopo il comunicato stampa a firma della segreteria del Pd di Mesagne era trapelato un certo disappunto da parte del primo cittadino che oggi, durante il Consiglio comunale, ha voluto evidenziare con tutta la carica di amarezza per un rapporto politico che sta nascendo e che ancora non si è consolidato. “L’ho vissuto come una pugnalata alle spalle”, ha chiosato Matarrelli nel suo intervento. A rispondere alle comunicazioni del Primo cittadino per il Pd è intervenuto per primo Francesco Rogoli che ha chiarito: “Non abbiamo mai messo in dubbio la bontà di un’analisi di questa natura che sappiamo essere commissionata da tanti comuni. Comunque se l’avesse fatta solo il Comune di Mesagne è una indagine utile da fare per la quale 8540 euro di fondi pubblici non devono essere considerati una spesa superflua o uno spreco”. Punto e a capo. I toni del comunicato diramato poche ore dopo l’intervento del Movimento Libero e Prpgressista, si sono evoluti e l’immagine adesso è quella di una proposta di collaborazione con alcuni distinguo. 

“Come Partito Democratico abbiamo sollevato la riflessione sul percorso amministrativo seguito per giungere a commissionare l’indagine – ha spiegato Rogli -. Dai documenti recuperati in comune non ci sarebbe un atto di chiaro indirizzo rivolto al responsabile del servizio ma ci fidiamo di quello che ha detto il sindaco che era rintracciabile nel programma amministrativo”. Rogoli chiarisce che sul risultato del sondaggio e sulle risposte dei cittadini è giusto aprire una discussione con la città per cercare di trovare rimedio alle necessità evidenziate. E su questo filone anche l’intervento di Rosanna Saracino che ha posto al sindaco la domanda retorica “se ancora a Mesagne c’è la possibilità di esprimere le proprie opinioni”. Chiude il consigliere Indolfi che rispetto alle necessità evidenziate dal sondaggio suggerisce di seguire il percorso di Città Sane dell’organizzazione mondiale della sanità.

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Privacy Policy Cookie Policy

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND