Home Attualità Il pittore mesagnese Emanuele Attanasio non c’è più 

Il pittore mesagnese Emanuele Attanasio non c’è più 

da Cosimo Saracino
0 commento 663 visite

Il pittore mesagnese Emanuele Attanasio non c’è più. La famiglia ha dato notizia della sua dipartita nelle ultime ore. Il Maestro Attanasio da anni si era trasferito a Brescia dove continuava a seguire la sua passione impegnandosi all’interno dell’associazione ‘Martino Dolce’. Tante le opere che parlano della città natale a cui è rimasto legato fino all’ultimo. Le notizie delle sue precarie condizioni di salute da tempo erano giunte a Mesagne e gli amici di sempre hanno seguito l’evoluzione fino all’ultimo istante. La redazione di QuiMesagne è vicino alla famiglia per la perdita di una persona con una grande sensibilità e uno smisurato amore verso Mesagne.
Di seguito alcuni post sul maestro Attanasio apparsi su Facebook
Monica Priore: Caro zio ora che non ci sei più ho un grande vuoto in fondo al cuore, quella che tu definivi “la tua nipote bellissima” quella che ha accumulato come dicevi tu “più trofei e riconoscimenti di te” e della quale eri tanto orgoglioso ha il rammarico di non averti visto in vita un ultima volta, ma so che ovunque tu sarai in questo momento starai sdrammatizzando questo grande dolore per la tua perdita. Ti sei fatto apprezzare artisticamente ed umanamente da moltissime persone per la tua bontà e simpatia, per questo voglio scrivere un messaggio di saluto consegnatomi da tuoi amici “Emanuele caro, non potremo mai dimenticare la tua simpatia, la tua allegria, la tua spontaneità nell’agire, e soprattutto non finiremo mai di apprezzare il tuo talento artistico che nella pittura e nella poesia ha manifestato il tuo amore per la natura per l’arte e per le persone care, che spesso ne hai fatto ritratto. Con affetto siamo vicini alla tua famiglia che tanto ti ha amato e curato. Mariolina, Elsa Maria e Leo Farmacia Rizzo”
Emanuele Castrignanò: Ho ricevuto una brutta notizia, poco fa. È venuto a mancare a Brescia, dove si era trasferito quale Direttore della Standa, un carissimo amico, autentico mesagnese, Emanuele ATTANASIO. Un pittore ed artista affermato. Insieme avevamo preparato per Mesagne, città natale cui era legatissimo, un libro di poesie commentato con suoi quadri in carboncino o a colori e che donammo all’Isbem La Pro Loco 5 anni fa lo aveva premiato con la PALMA D’ORO. In questo anno di sofferenze a tutti ha voluto nascondere il suo dramma, me compreso. Ci eravamo sentiti un mese fa, mi disse che non veniva a Mesagne per problemi di salute della moglie, ma sarebbe venuto ad ottobre, ci saremmo visti per andare a mangiare da Uccio Barbanera e godere dei culacchi e fatterelli che lui voleva conoscere della sua Mesagne. Il fratello ed il cognato Umberto mi dissero la verità. Non ho più avuto il coraggio di chiamarlo. Non me lo perdono,e anche se non volevo scoprire quel suo segreto creandogli imbarazzo e delusione. Perdonami Emanuele, ti sarò sempre grato per l’amicizia che mi hai offerto e per le tante strulicati che ci siamo fatti e che finivano in fragoroso risate e con un arrivederci. RIP mio caro amico Emanuele

Chi era Emanuele Attanasio:

Scrivere di Attanasio e della sua pittura non è certamente cosa difficile almeno per me che conosco i suoi dipinti bene quanto l’uomo. Ricordo i primi approcci con il vero intorno al 1974 (anche se la sua prima mostra risale al 1967 a Brindisi) con passione vera, di quelle che quando le hai qualche cosa di buono esce senz’altro. Oggi quel qualcosa è uscito, e si vede bene, ed è uscito con l’intelligenza di chi, cosciente dei propri limiti, ha tanta voglia di progredire. Il risultato di questi lunghi anni è trasmesso sulle tele con sicurezza e pulizia seguendo sempre le indicazioni della natura e, credetemi, non è cosa da poco. La tecnica si è anche raffinata con il periodo passato ad acquerellare con il nostro caro amico, purtroppo prematuramente scomparso, il grande Ruben Sosa ed oggi Attanasio ben figura con uno spazio proprio nel mondo della pittura tradizionale bresciana dove i trucchi non concedono nulla e, se si sta raggiungendo una meta, la si raggiunge solo con i propri mezzi. In questi trentacinque anni di quadri assieme ne abbiamo fatti davvero tanti, tenendo presente che già dal lontano 1974 lavoriamo nello stesso studio e valli e laghi hanno visto sovente i nostri cavalletti aperti. Persino l’Associazione “Martino Dolci” abbiamo fondato assieme e anche per questo credo che meriti un bravo e un grazie.

Eugenio Busi

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND