Home Attualità Roberto D’Ancona: La delega alle ‘Manutenzioni’ per rendere Mesagne una città ‘normale’

Roberto D’Ancona: La delega alle ‘Manutenzioni’ per rendere Mesagne una città ‘normale’

da Cosimo Saracino
0 commento 203 visite

distante600X150

roberto_d'anconaRoberto D’Ancona, consigliere comunale di maggioranza, da qualche giorno è stato delegato dal Sindaco a seguire le “manutenzioni” dei beni pubblici, un servizio attuato presso gli uffici dei Lavori Pubblici.

Abbiamo pensato di rivolgergli qualche domanda per capirne qualcosa in più.

Consigliere perché la necessità di un servizio “Manutenzioni”?
Come già detto più volte, per questa Amministrazione e per le future, a causa dei magri bilanci, è impossibile sostenere spese esorbitanti e soprattutto non preventivati, per ripristinare guasti, rotture o peggio atti vandalici.
Ogni giorno, sia dai cittadini attraverso l’URP e dai vari settori dell’Amministrazione stessa, continuano ad arrivare numerose richieste di interventi vari presso l’ufficio tecnico dei Lavori Pubblici e diventa sempre più difficile dare delle risposte, soprattutto velocemente.

Quali sono gli obiettivi che intende raggiungere?
Semplice: affiancare alle attuali manutenzioni straordinarie ed urgenti, delle manutenzioni di carattere ordinario, preventivo e conservativo. Il principio è che le seconde limitano le prime, nel più classico dei detti: “prevenire è meglio che curare”. In questi giorni si discuterà con il Sindaco Molfetta, l’Assessore Librato e l’attuale struttura incaricata, sulla organizzazione dello stesso, pianificando la dotazione organica necessaria, con ripartizione dei ruoli di ognuno, in funzione delle rispettive competenze. Altro obiettivo, su cui il Sindaco intende investire e sul quale farà pesare molto le valutazioni circa l’efficienza e la performance di questo servizio è quello di fornire sempre e comunque una risposta alle segnalazioni che arrivano dai cittadini, positiva o negativa che essa sia. È inconcepibile, per lui, che ai cittadini dotati di alto senso civico, credenti nelle Istituzioni, che con le proprie segnalazioni intendono partecipare a migliore le cose in Città, o addirittura ad evitare ulteriori danni e rischi per cose e persone, non si risponda neanche.

roberto d'anconaQual è il ruolo del Consigliere Delegato?
Seguire questo processo di cambiamento. Stare vicino alla struttura per superare insieme le difficoltà che si incontreranno, permettendo allo staff di dialogare continuamente con il Governo della Città ed ottenere, così, i risultati migliori. Non certo prendere personalmente le “segnalazioni” e gestirle fino all’esaudimento delle stesse, come qualcuno ha immaginato. In poche parole io la vedo come una “delega ad obiettivo”, con lo scopo di raggiungere la “normalizzazione” di un servizio. L’idea è che in futuro sia “normale” per i cittadini fare una segnalazione ed avere una risposta, sia normale andare al parco giochi, nelle palestre e nelle scuole ad avere la certezza che c’è passato qualcuno già per verificarne lo stato, la funzionalità e soprattutto la sicurezza. Ottenuto questo, spero, la delega assegnatami passerà definitivamente nelle mani degli uomini e delle donne che compongono questo “servizio”. A loro il compito di migliorarlo continuamente ed offrire sempre più qualità alla nostra Città.

C’è qualcosa che chiedi alla città?
Di continuare a credere che partecipando attivamente, attraverso le segnalazioni, si contribuisce a migliorare i nostri luoghi. Di avere pazienza perché, anche se non si vede da fuori, fino ad oggi, lo staff che compone il settore del Lavori Pubblici, ha cercato di fare quanto era possibile, date le condizioni. Di vigilare soprattutto su atti vandalici o di indisciplinati che danneggiano i beni comunali e che naturalmente, di conseguenza, toglieranno soldi ad un bilancio già risicato, al limite della capacità di tenere i servizi essenziali.

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND